lunedì 24 maggio 2010

Malinconia?

fotoBella, forse più che bella. Bella come non era, bella come si viene solo in foto. Bella come qualcuna in foto non verrà mai. Bella nel blu del Paradiso che per lei non arriverà mai, perché per lei non esisterà mai. Bella nel mostrare la sua azzurra ferita.

Indifesa nell’azzurro, silenziosa nella nebbia. A chi la toccava non regalava un sorriso, a chi la chiamava non rispondeva. Li derideva, quelli che le allungavano fazzoletti e cioccolato. Perché se ci stai immerso troppo tempo, la banale felicità ti annoia. E allora si chiudeva nell’azzurro, dove non c’erano limiti e telefoni. Dove non c’erano speranza e desideri, amori e dolore. Dove non c’era niente.

Solo sogni, e il gusto dolce e misterioso del non esistere.

 

“Balaustra di brezza, per appoggiare stasera la mia malinconia”                                                          (Giuseppe Ungaretti)

1 commento:

  1. "La sua azzurra ferita...".
    Ferita da un pezzo di cielo?

    RispondiElimina