venerdì 16 gennaio 2015

Disattiva account? Sì, grazie.

Come probabilmente molti dei miei follower hanno avuto modo di notare, non sono più, attualmente,
reperibile su Facebook. 

Perché questa decisione? 
Per tanti motivi diversi, e per nessuno in particolare, forse: spesso succede così, quando si prende una decisione di pancia, senza rifletterci.

Negli ultimi tempi la permanenza online mi risultava pesante, difficoltosa. Per quanto tutti vorremmo essere capaci di regolare con attenzione e misura il tempo che passiamo collegati, per me era diventato difficile, soprattutto da quando vivo in Germania. Facebook mi offriva un filo diretto con l'Italia, con ciò a cui ero abituata, ed è stato facile, all'inizio, attaccarsi a questo filo.
Inoltre, il gruppo dedicato ai libri da me creato mi aveva assorbita moltissimo, come anche alcune delle persone intorno ad esso gravitanti: sia chiaro, adoro i miei amici "virtuali", che mi hanno dato più di molti amici "veri" (come odio questa distinzione...), non mi costa nulla ammetterlo, ma mi capitava di arrivare al momento di andare a dormire e di accorgermi che dopo cena avevo fatto solo quello, solo Facebook. Come se la mia vita qui a Schweinfurt, il corso di tedesco e il mio Stefano fossero la realtà parallela e Fb quella principale, piuttosto che il contrario.

Siccome dire "mi collego meno" è difficile, ho optato per un taglio netto, almeno per un po'. 
Proprio perché ero iperconnessa, temevo che il mio account mi sarebbe mancato tanto, ma mi sono accorta con sorpresa che non era così, e che mi sentivo solo "meglio", più leggera.







1 commento:

  1. Certe volte è importante prendersi una pausa delle cose

    RispondiElimina